Fabbrica della meraviglia

concorso ad invito per la nuova sede amministrativa di Orogel

Il progetto riflette su tre temi: coltivare la tradizione, generare idee e condividere l’innovazione, che rappresentano il modus operandi dell’azienda e tracciano un immaginario percorso evolutivo a partire dall’antica pianura centuriata fino a raggiungere la via Dismano, simbolo della connessione verso l’altrove.

L’edificio è posto al centro dell’area ed è costituito da un basamento, che raccoglie le funzioni semi-pubbliche previste, e un corpo in elevazione, nel quale trovano spazio gli uffici ed il possibile ampliamento in copertura. Lunghe lamelle opaline completano i prospetti regolando l’incidenza della radiazione solare e riproponendo le linee grafiche del paesaggio agricolo, modulato dai rilievi collinari. Se il lato dell’area verso la campagna ospita l’accoglienza di impiegati e visitatori, il lato opposto si trasforma in un grande “Parco della Meraviglia”, in cui alti steli luminosi diventano strumento di dialogo tra l’azienda l’esterno, anche tramite tecnologie di realtà aumentata. Dai reparti produttivi di Orogel, dislocati su tre aree limitrofe, si raggiunge la nuova sede grazie ad un anello di collegamento sopraelevato che diviene al contempo un landmark di grande riconoscibilità. Si è riservata una particolare attenzione al benessere psico-fisico degli operatori tramite una progettazione attenta a valorizzare l’illuminazione naturale, la visione del paesaggio da ogni ufficio, un’acustica controllata e la realizzazione di spazi “modellabili” a seconda delle esigenze che potranno variare nel tempo.

Dettagli progetto

Luogo:

Via Dismano, Cesena, Italia,

Anno:

2018

Tipologia:

headquarter

Cliente:

Orogel

Intervento:

concorso

Superficie:

7000 m²

Fase:

-

Importo lavori:

16000000

Missione:

-

Team PCA:

arch. Pier Nicola Currà (Responsabile Progetto) | arch. Nicolas Piazza | arch. Laura Parri | arch. Maria Stella Badiali

Partners:

-

Immagini:

Opera visual | Anema architectural visualization

Categorie: